Carlos Tavares: compenso record per il CEO di Stellantis
martedì 27 Febbraio 2024

(Adnkronos) –
Carlos Tavares, CEO del Gruppo Stellantis, nel 2023 ha percepito un compenso straordinario.  Le voci che si rincorrono sul web e che sono state confermate anche da diverse testate nazionali parlano di un compenso per Carlos Tavares di oltre 36 milioni di euro.  Andando più nel dettaglio e dividendo questa consistente cifra, ogni giorno Tavares, lo scorso anno, ha guadagnato 100 mila euro, ovvero poco più di 4.000 euro l’ora.  Rispetto agli anni precedenti il suo reddito annuo è cresciuto notevolmente, nel 2022 è stato di 23,5 milioni di euro, nel 2021 di 19,1 milioni, per un incremento rispettivamente, sempre in riferimento al 2023, del 56% e del 90%.  Il tutto non tiene conto di quell’incentivo stabilito nel lungo termine pari a 13 milioni che gli sarà assegnato una volta che il Gruppo Stellantis avrà raggiunto gli obiettivi e i risultati previsti.  Il Gruppo automobilistico che comprende tra l’altro, Fiat, Peugeot, Citroen e Lancia, ha chiuso un 2023 con ricavi per 190 miliardi e profitti per 18,6 miliardi.  Ottimo anche il compenso ricevuto dai suoi azionisti. A partire dal 2021, anno della sua nascita, i suoi azionisti hanno ricevuto poco più di 23 miliardi di euro tra dividenti e riacquisti azionari.  Il Presidente del Gruppo Stellantis ha ricevuto nel 2023 un compenso pari a 4,8 milioni di euro, una retribuzione che, al contrario di Tavares, è sensibilmente inferiore a quella degli anni precedenti. Nel 2022 John Elkann aveva percepito un compenso pari a 5,8 milioni di euro.
 Nonostante tutto, il Presidente è titolare di un pacchetto azionario, sempre nel Gruppo Stellantis, che gli consentirà di ricevere un dividendo per 15 milioni di euro. —motoriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Leggi anche…

Gpl e metano, il risparmio è a doppia cifra

(Adnkronos) - Da un'analisi del Gruppo Holdim i carburanti gassosi consentano agli automobilisti notevoli risparmi sul costo alla pompa, oltre a garantire minori emissioni. I risultatti sono sorprendenti, per una vettura bi-fuel, dotata di impianto Gpl o metano...